A seguito dell’emanazione del Dpcm del 15 gennaio e l’inserimento della Lombardia tra le zone rosse (territori con scenari di maggiore gravità), a partire da lunedì 18 gennaio le classi seconde e terze riprenderanno l’attività a distanza fino a nuova comunicazione.

Il provvedimento recita infatti che nelle aree caratterizzate da uno scenario di “massima gravità e da un livello di rischio alto”, cosiddette zone rosse, restano in presenza i servizi educativi per l’infanzia, la scuola dell’infanzia, la primaria e il primo anno della scuola secondaria di primo grado.  

Le attività didattiche in tutti gli altri casi si svolgeranno esclusivamente con modalità a distanza. Resta comunque salva la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per garantire l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e in generale con bisogni educativi speciali.